Stress e ben-essere: riconoscere e gestire le proprie risorse

Lo stress non si può quindi evitare, anzi esso è il sale della vita: è proprio grazie allo stress che riusciamo ad essere attivi e motivati.

Un certo grado di stress ha infatti effetti positivi nell’economia globale di una persona in quanto consente all’organismo di migliorare il modo di affrontare la vita, “caricandosi” al punto giusto.

Si diventa vigili, attenti al punto giusto: l’apprendimento migliora, le capacità di attenzione, di concentrazione e di percezione si affinano, si dà più spazio all’intuizione e alla creatività, ottenendo la spinta necessaria per la migliore espressione di sé.

In questo caso si parla di “eustress”, adattamento o stress positivo.

Quando invece si diventa tesi, eccessivamente vigili o troppo caricati, l’agitazione, l’irrequietezza e l’ansia entrano a far parte della nostra esperienza, rendendoci talvolta la vita impossibile; quando cioè i meccanismi di risposta allo stress non vengono adeguatamente gestiti lo stress stesso diventa causa di disfunzione e di malattia, di “distress”.

Lo stress è il grande modulatore delle funzioni biologiche e psicologiche di ogni individuo, aiuta a vivere bene e a dare il meglio di sé; quando però diventa cronico o è particolarmente intenso, quando non lo si riesce a gestire (per esempio se dopo aver risolto un problema non si ha la capacità di rilassarsi e di ritornare in condizioni di riposo), quando non consente all’individuo di ritrovare un giusto equilibrio, trovare cioè la giusta soluzione ai suoi problemi, si entra nell’area di rischio psicosomatico.

L’adattabilità dell’organismo ha limiti che non possono essere superati e tutte le ricerche dimostrano che la resistenza agli agenti stressanti può arrivare solo fino ad un certo punto, oltre il quale l’organismo cede, si logora cedendo il passo a disturbi emotivi, cefalee, insonnia, ipertensione ed altre patologie psicosomatiche.

Lo stress, laddove non ben gestito comporta sempre una modificazione funzionale a carico dei diversi organi o apparati, correlabile ad una abnorme attivazione dello stato emozionale del soggetto e quindi alla eccessiva produzione di sostanze (adrenalina, cortisolo …) che si liberano nel corso della risposta di stress.

E’ possibile allora pensare che questa condizione di abnorme stato di attivazione dell’organismo possa poi rivelarsi quale fattore concausale, scatenante o aggravante in patologie in cui è ben documentabile una lesione organica, come nell’ulcera peptica o nell’infarto miocardico.

Per tali motivi una gestione funzionale ed ottimale delle risorse umane consente di limitare gli effetti nocivi dello stress, ma consente anche lo sviluppo di fattori di resilienza che riducono la vulnerabilità individuale allo stress.

Da qui la necessità di realizzare adeguati programmi di gestione dello stress adottando strategie ben precise.

Attraverso percorsi formativi ben definiti – il fitness cognitivo-emotivo – è possibile favorire l’implementazione delle potenzialità della mente nei suoi aspetti emotivi e razionali. Ciò consente di essere soddisfatti del presente, di rafforzare la propria autostima e di imparare ad essere Response able, di saper agire con precisione e fermezza nel preciso momento in cui occorre agire.

L’autoefficacia personale esprime la grande potenzialità della mente umana – nei suoi aspetti cognitivi ed emotivi – di rappresentare se stessa in modo coerente, in un dinamismo continuo e positivo, in grado di rendere l’individuo resiliente e capace di gestire le tensioni del quotidiano.

Ciò consente di ottenere migliori risultati operando con decisione e fermezza anche quando le scelte richiedono abilità specifiche e quando non c’è spazio per l’incertezza.

Il fitness cognitivo-emotivo aiuta l’individuo a meglio potenziare le abilità della mente, nei suoi aspetti cognitivi ed emotivi; associato ad un adeguato programma di esercizio fisico medicale gli effetti positivi si amplificano consentendo di raggiungere una condizione di ben-essere.

Dario Rago – Personal & Medical Trainer

Ferdinando Pellegrino – Psichiatra, psicoterapeuta

Vuoi ricevere altre notizie per migliorare il tuo stile di vita e la tua forma fisica? Iscriviti alla newsletter di Alexa Wellness Club o diventa nostro amico su Facebook

0 Comments

Add new comment